Stampa questo articolo
Rétromobile a Parigi ha inaugurato le celebrazioni per i 70 anni della Ferrari, entusiasmo per le moto di Ruote da Sogno  
23/02/2017

PARIGI- Con un incredibile afflusso di appassionati si è conclusa all’Expo Porte de Versailles la 42°edizione del salone Rétromobile, la manifestazione che ha aperto il 2017 delle ruote classiche e dei contenitori automobilistici europei. Quest'anno erano 500 gli espositori, 120 i club motoristici invitati, 3 le aste in programma, 45 gli artisti che hanno proposto opere d’arte e oltre 500 i veicoli in mostra. Tra le mostre tematiche più importanti, una ha celebrato i 70 anni della Ferrari mostrando auto rarissime del Cavallino Rampante come la 166 Mille Miglia del 1949 cdhe partecipò alla 24 ore di Le Mans, poi la collezione “motos de France”, la Aston Martin DB5 di James Bond, la Cadillac serie 62 e l’Harley Davidson Softail Spriger del 1990 di Johnny Hallyday.

L'atelier italiano Ruote da Sogno che si avvia a diventare il principale operatore europeo del settore, ha presentato una collezione di moto italiane, proposte per la prima volta nella Villé Lumiere. I parigini hanno potuto così ammirare la MV Agusta 4C 750 del 1972, la MV Agusta 750S America del 1975 e MV Meccanica Verghera del 1976, la Laverda 750 SFC del 1974, la Moto Guzzi V7 Sport del 1971 e Guzzi Sport 14-500cc (1929), poi la Piaggio Vespa 125cc 6 Giorni, esemplare rarissimo del 1952 che l’operatore reggiano ha piazzato ad un cliente tedesco per una cifra a 5 zeri e la Benelli 4TS 500cc del 1939. Accanto a queste erano presenti una selezione di vetture: la Ferrari 308 GTB del 1976, la Fiat Dino Spider 2400cc del 1970, la Alfa Romeo Giulietta SS del 1966 e le inglesi Jaguar XK 150 DHC del 1961 (anch'essa venduta ad un collezionista tedesco) e AC 16 Drophead Coupè del 1937 e della Porsche 933 Carrera RS. Questa 42esima edizione di Rétromobile è servita a dare il polso del mercato anche per la presenza di 3 aste, organizzate da RM Sotheby’s, Bonhams e Artcurial. I prezzi sono apparsi alti e le quotazione delle ruote d'epoca in aumento, poichè entrate ormai a far parte dei beni rifugio come le opere d'arte e gli orologi.

«Siamo molto soddisfatti per come è andata a Rètromobile, il profilo dei visitatori è stato alto e composto da gente competente e interessata che o verrà a trovarci oppure ritroveremo nei prossimi appuntamenti ha spiegato dal salone Patrizio Zaccarelli, marketing consultant di Ruote da Sogno. Abbiamo ricevuto la visita e i complimenti del presidente dell’Automobile Club de France che si è interessato personalmente ad un nostro pezzo. Diciamo che la vivacità e bellezza delle moto italiane hanno fatto sì che il nostro stand, insieme a quello dove è esposta la DB5 di James Bond sia stato tra i più visitati. Parlando dell’andamento del mercato, posso dire che qui a Parigi le quotazioni sono alte, in linea con quanto veduto a MilanoClassica e che i prezzi proposti per le nostre auto e moto sono apparsi più bassi delle basi d’asta. Per questo ritengo che la nostra offerta sia commercialmente tra le più valide anche per chi intende investire e non solo per l’appassionato. E' andata a segno la vendita della nostra Vespa 125cc 6 giorni del 1952 della quale ci siamo separati con dolore e di una bellissima Jaguar del 1961 targata Padova».

Come è noto Ruote da Sogno è tra i principali operatori europei nel settore delle moto d’epoca con circa 1.000 pezzi di proprietà. E' nato nel settembre scorso dalla volontà di Stefano Aleotti imprenditore, co fondatore di Cellular Line e noto collezionista di auto e moto d’epoca di appagare il sogno di tutti coloro i quali desiderino possedere i veicoli della loro gioventù o collezionare auto e moto d’epoca come forma di investimento al riparo dai trend negativi dei tradizionali mercati finanziari e immobiliari. Ha sede a Reggio Emilia in Via Daniele da Torricella 29 all’interno di uno show room di oltre 5.500 m².

Media relations:press@studiobergonzini.com tel.+39059210528
 


Foto:

 
Ferrari Dino 246 GT(C)

Ferrari 308 GTB con Stefano Aleotti e Maria Fernanda Ferreira(C)

AC 16 Drophead Coupè del 1937(C)

Stefano Bergonzini giornalista professionista(C)

Stefano Bergonzini produttore Tv(C)

Stefano Aleotti fondatore di Ruote da Sogno(C)

La Jaguar XK 150 DHC del 1961(C)

Piaggio Vespa 6 Giorni del 1952(C)

Le MV Agusta di Ruote da Sogno(C)

Patrizio Zaccarelli Marketing Ruote da Sogno(C)


 
Video:


Documenti:

 
Rassegna Stampa Ruote da Sogno (C)Studiobergonzini.com
Rassegna Stampa Ruote da Sogno (C)Studiobergonzini.com


    
 
      
22/05/2009
22/05/2009
04/06/2009
28/07/2009
26/08/2009