24/8/2017
PASINI RACING TRIONFA NEL CIV JUNIOR CON ANDREA NATALI, NATO NEL PAESE DEL SIC

MAGIONE - Coriano nel riminese, il paese che ci ha regalato un campione indimenticabile come Marco Simoncelli, ha deciso di darsi una seconda occasione. Non sapremo mai quali sono le combinazioni per le quali avvengono queste coincidenze, ma non possiamo che essere contenti. Parliamo di un giovane pilota, Andrea Natali, 12 anni e qualche mese all’anagrafe, che al Circuito dell’Umbria di Magione si è laureato Campione Italiano CIV Junior nella categoria MiniGP 50cc. Andrea ha potuto alzare il trofeo con una gara di anticipo, frutto della doppietta nel week end Umbro e di una stagione che l’ha visto sempre protagonista nei cinque appuntamenti precedenti alla gara di Magione. Risultati che sono arrivati anchegrazie anche alla sua squadra, il team Pasini Racing RMU fondato nel 2004 e gestito da Ugo Pasini, figura storica nel mondo motoristico italiano. Esperto team manager e grande scopritore di talenti.

Ugo Pasini è stato capace di puntare su giovani promettenti facendoli crescere e facendoli arrivare alle classi più importanti del motociclismo. Sotto le sue ali sono passati piloti che ora lottano nel motomondiale, come Bulega, Miglio, di Giannantonio, Tony Arbolino e il giovanissimo Davide Baldini, che quest’anno ha corso con il neonato team di Max Biaggi nella Moto3 del CIV. Un lavoro frutto di una smisurata passione ma anche di un’attenta programmazione, perché nulla si improvvisa e i costi devono sempre tornare in queste categorie minori. È così che il Pasini Racing è riuscito a imporsi per il quarto anno consecutivo, con quattro piloti diversi nel Campionato Italiano MiniGp. Un trofeo nazionale molto ben organizzato che va visto in maniera propedeutica alla crescita dei giovani talenti italiani, che proprio in questo ha la sua importanza: plasmare e fornire i primi strumenti per affrontare in futuro corse più importanti. Andrea Natali è un ragazzo carino, che ama correre ed è sicuramente talentuoso. Siamo consapevoli però della sua giovane età e di come siano sempre più rari i teenagers, che non si lasciano influenzare dalle mode del momento e sono determinati a inseguire i loro sogni. Giovani piloti che preferiscono una scomoda sella ad un comodo divano, che cercano in tutti i modi di vivere un’emozione reale, per quanto difficile e pericolosa essa sia, piuttosto che rimanere davanti alla TV. 
Noi ci auguriamo che Andrea possa continuare a divertirsi facendo ciò che lo appassiona, crescendo e affinando quel talento che la natura gli ha dato. 

Media relations:Studio Bergonzini Comunicazione e-mail:press@studiobergonzini.com T.059/210528